Design: Carnevale di Ivrea 2018

anno
2018

studio
freelancing

competenze
creative direction
art direction
photo editing
project management

timing progetto
44:21h

I TUCHINI DEL BORGHETTO
Il dialogo diventa una esigenza primaria all'interno di una squadra di aranceri, un rione di quasi duemila persone ha bisogno di costruire la propria identità attraverso un linguaggio riconoscibile e allo stesso tempo trasversale.


 

carnevale tutto l'anno ↓

Il Carnevale oltre la battaglia delle arance vive di luoghi, aggregazione ed eventi.
Durante l'interno anno sono molte le iniziative di squadra che si susseguono in un calendario che vive il suo momento più intenso nei mesi invernali. Una macchina che non si ferma mai, una grande famiglia che ha bisogno di coordinarsi, comunicare e unire i propri iscritti mantenendo un dialogo continuo attraverso un immaginario visivo da rinnovare anno dopo anno.

 

Offline
Poster, affissioni, toppe, calendari e tutto ciò che riguarda la comunicazione stampata.

 

Pacchetto nuovo iscritto
Al momento dell'iscrizione come arancere, viene consegnato un welcome kit con all'interno una serie di stampati che garantiscono la partecipazione esclusiva agli eventi di squadra distribuiti all'interno dei quattro giorni più importanti dell'anno.

 
22669887_159361021317589_7437593818511179776_n.gif
dsgs.gif
25538989_168448230570775_936600404387430400_n.gif

Online
Negli ultimi anni, un innalzamento del numero di iscritti ha trasportato il dialogo all'interno di una dimensione più digitale, rivalutando i principali canali social di squadra (facebook e instagram) attraverso la redazione di un piano editoriale dedicato.


 

Medium: Il tumore rende liberi

anno
2018

timing progetto
21:24h

LAVORO E MALATTIA
Ritrovarsi con un tumore alla soglia dei trent’anni è un po’ come se il passeggero che hai di fianco decidesse di tirare il freno a mano mentre tu e la tua vita siete lanciati sulla strada libera dal traffico.


giphy.gif
 

abstract ↓

Cadendo nella retorica proprio all'ultimo, confermo che scrivere di un tumore è difficile. Affidandoci all'immaginario collettivo (che per fortuna rimane l'unica interpretazione valida per la stragrande maggioranza delle persone) rimane difficile scovare una chiave di lettura che si discosti dalla visione filo-malinconica che "gli altri" hanno della malattia.
Sono andato alla ricerca di un punto di vista costruttivo, raccontando gli ultimi sei mesi grazie a un punto di vista che attraversa tempo, lavoro e terapia; una razionalizzazione della sfiga che a parer mio aiuta comunque ad affrontare la battaglia in maniera più efficace. Al meglio delle mie possibilità ho cercato di raccontare come la propria professione, l'attività costante e una visione solida del proprio futuro possano convogliare in una inaspettata occasione di crescita personale.


Dedico il mio primo articolo di Medium ad una squadra instancabile fatta di famiglia, amici e medici.