MEDIUM

Sei secondi per gestire la rabbia

anno
2018

timing progetto
08:20h

Intelligenza Emotiva

Relazione per punti di un workshop sulla natura umana anche se mi aspettavo qualcosa di decisamente diverso.


181108_sito_blog_post_tag_cover.jpg
 

abstract ↓

Un articolo che tenta di trascrivere una esperienza di quattro ore al Talent Garden di Torino in occasione di un workshop sulla Intelligenza Emotiva.
Scoprire il ruolo che le emozioni hanno in ambito lavorativo si trasforma con il passare delle ore in una esperienza che va oltre gli aspetti pratici del nostro quotidiano.
Ciò che più mi ha affascinato è stato intraprendere un percorso personale sulla “consapevolezza emozionale”, una direzione presa in maniera naturale tra alcuni riferimenti teorici e l’esercizio pratico. Una condivisione di esperienze che mi ha fornito un nuovo punto di vista attraverso il quale approfondire e applicare, questa volta in maniera pratica, le regole per una gestione sotto stress di un team di lavoro.


 

Forza Vecchio Cuore

anno
2018

timing progetto
05:17h

BAR SPORT
L’effetto che fa Cristiano Ronaldo a Torino. Impressioni di Luglio sul nuovo acquisto della Juventus, impatto, aspettative e grandi responsabilità tutte a carico del Ballon d’Or.


180712_sito_blog_post_CR_SCREEN_1.jpg
 

abstract ↓

Il secondo post su Medium parla di calcio.
Frutto di una riflessione all'indomani dell'unico vero affare del secolo, mi sono interrogato diverse ore se fosse il caso, dopo l'eco raggiunto dal primo articolo, di ripartire con un argomento dichiaratamente futile. 
Ho iniziato a scrivere in tarda mattinata, cercando di chiudere entro sera un ragionamento sensato, non troppo approfondito ma corretto grammaticalmente.
Scritto in un quarto del tempo, questo post è una chiara dichiarazione d'amore, un elogio al flusso di coscienza, al calcio, alla città di Torino.


 

Il tumore rende liberi

anno
2018

timing progetto
21:24h

LAVORO E MALATTIA
Ritrovarsi con un tumore alla soglia dei trent’anni è un po’ come se il passeggero che hai di fianco decidesse di tirare il freno a mano mentre tu e la tua vita siete lanciati sulla strada libera dal traffico.


giphy.gif
 

abstract ↓

Cadendo nella retorica proprio all'ultimo, confermo che scrivere di un tumore è difficile. Affidandoci all'immaginario collettivo (che per fortuna rimane l'unica interpretazione valida per la stragrande maggioranza delle persone) rimane difficile scovare una chiave di lettura che si discosti dalla visione filo-malinconica che "gli altri" hanno della malattia.
Sono andato alla ricerca di un punto di vista costruttivo, raccontando gli ultimi sei mesi grazie a un punto di vista che attraversa tempo, lavoro e terapia; una razionalizzazione della sfiga che a parer mio aiuta comunque ad affrontare la battaglia in maniera più efficace. Al meglio delle mie possibilità ho cercato di raccontare come la propria professione, l'attività costante e una visione solida del proprio futuro possano convogliare in una inaspettata occasione di crescita personale.


Dedico il mio primo articolo di Medium ad una squadra instancabile fatta di famiglia, amici e medici.


 
/*plugin per over gallery*/